Ondata di attacchi in Iraq, strage a Bassora

© Amedeo Lomonaco, Radio Vaticana ●

Radio Vaticana – Il dramma delle violenze quotidiane, l’uccisione oggi di un ostaggio danese – secondo quanto riferito stamane dalla Tv al Jazeera – e gli sforzi diplomatici per liberare i tre sequestrati italiani e l’apertura di un corridoio umanitario a Falluja. Su questi ultimi avvenimenti in Iraq, ci riferisce in studio Amedeo Lomonaco:

Un’ennesima ondata di attacchi e violenze ha colpito l’Iraq. Almeno 70 persone, tra cui molti bambini, sono rimaste uccise questa mattina a Bassora, nel Sud del Paese, in seguito a diversi attacchi kamikaze contro tre commissariati di polizia. Nove guerriglieri sono morti e tre marines sono rimasti feriti in scontri avvenuti a Falluja.

E stamane anche la tragica notizia dell’uccisione di un ostaggio danese, secondo quanto riferito dalla Tv araba al Jazeera. Si tratterebbe del 35enne Henrik Frandsen. Nella giornata di ieri, inoltre, 21 persone sono morte per un agguato contro una prigione di Baghdad. L’inviato dell’Onu, Lakdar Brahimi, in questi giorni in missione a Roma, ha chiesto una nuova risoluzione del Consiglio di sicurezza che indichi con chiarezza il ruolo delle Nazioni Unite in Iraq.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *