Nasce BitGood, piattaforma anti-spreco

© Amedeo Lomonaco, il mio articolo su VaticanNews: Confesercenti ha lanciato una nuova piattaforma digitale per mettere in contatto organizzazioni no profit e piccole e medie imprese del settore della ristorazione che hanno eccedenze alimentari. Previsti sgravi fiscali per chi dona.

È una piattaforma digitale anti-spreco, sicura e certificata, per fare incontrare solidarietà e sostenibilità. Si chiama BitGood ed è stata presentata oggi da Confesercenti in conferenza stampa alla Camera. È uno strumento che indirizza verso chi ha bisogno le eccedenze alimentari di negozi e ristoranti. I donatori inseriscono i prodotti e il sistema individua automaticamente l’organizzazione no profit più adatta per disponibilità al ritiro dei prodotti e vicinanza. Durante la conferenza stampa, è stato anche ricordato che le piccole e medie imprese italiane del commercio e della ristorazione producono, ogni anno, oltre 1,2 miliardi di euro di eccedenze alimentari. Si tratta di cibi e prodotti che rispondono a tutti gli standard qualitativi di sicurezza alimentare, ma che per varie ragioni non sono più vendibili.

Nessuno venga lasciato indietro

“Se desideriamo costruire un futuro in cui nessuno venga lasciato indietro, dobbiamo creare un presente che rifiuti radicalmente lo spreco di cibo. (Dal messaggio di Papa Francesco al direttore del Programma Alimentare Mondiale, 19-11-2019)”

Sant’Egidio: in Italia povertà estrema in aumento

Sulla piattaforma, promossa da Confesercenti, sarà presente anche la Comunità di Sant’Egidio. “In Italia – spiega Stefano Carmenati, amministratore generale della Comunità –  è aumentata di molto la povertà estrema, con le fasce più deboli che si sono ulteriormente indebolite È una povertà che da anni non si vedeva. Siamo una società in crisi, anche dal punto di vista umano. Dare da mangiare a chi ne ha bisogno non è assistenzialismo, ma è il primo approccio per iniziare un percorso di rinascita per le persone che, a causa della povertà, hanno perso relazioni fondamentali”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *