Cataratta, campagna di Cbm Italia

© Amedeo Lomonaco, Radio Vaticana ●

Nei Paesi in via di sviluppo, una mamma affetta da cataratta è destinata a rimanere cieca per sempre se non si sottopone ad un’operazione della durata di soli 15 minuti. In occasione della Festa della mamma, Cbm Italia Onlus ha lanciato una campagna per ridare la vista alle mamme affette da cataratta in Etiopia. Donando 30 euro, sarà possibile regalare l’operazione ad una mamma. Illustra questa iniziativa il presidente di Cbm Italia, Mario Angi, intervistato da Amedeo Lomonaco:

R. – E’ una campagna che punta ad aiutare la popolazione rurale nella regione di Nazareth, capitale dell’Oromia, dove Cbm Italia ha dei progetti oculistici per operare persone che non possono arrivare sino alla capitale per sottoporsi all’intervento. Ci si interessa quindi di persone che non hanno risorse per accedere a queste cure.

Un piccolo, grande aiuto

D. – Con la campagna di Cbm Italia basta davvero poco per restituire ad un bambino lo sguardo pieno di amore della propria madre. Come si può contribuire?

R. – Con delle offerte che si possono scaricare sul sito di Cbm Italia, www.cbmitalia.org. E si può inoltre sempre seguire l’attività di questa associazione attraverso la donazione di strumenti, con opere di volontariato e di impegno personale. Non tutti, però, sono disponibili a recarsi in Africa.

Cataratta è la prima causa di cecità curabile

D. – La cataratta è la prima causa di cecità curabile nel mondo. Sono più di 18 milioni le persone non operate e, tra queste, dodici milioni vivono in Africa. Ad essere cieco in molti casi è anche parte del mondo occidentale, che non sembra accorgersi di questi drammi…

R. – Un aspetto fondamentale è che in Africa non ci sono medici. Non ci sono adeguate strutture sanitarie. In Etiopia, ci sono 70 oculisti per 77 milioni di abitanti. In Italia, c’è un oculista ogni 12 mila persone. Sono insufficienti per coprire il bisogno. Il nostro scopo, come associazione, è quello di formare medici e donare strutture per permettere agli africani di aiutare se stessi.

Per sostenere la campagna di Cbm Italia è possibile effettuare il versamento sul conto corrente postale numero 13542261 e tramite bonifico bancario sul conto corrente 2926 presso il Credito Artigiano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *