San Sotero, il Papa della misericordia

Nome Pontefice Da Fino a Luogo di nascita
12 S. Sotero 162 o 168 170 o 177 Fondi

La misericordia è il tratto distintivo del suo Pontificato. Papa Sotero, originario della Grecia, nasce a Fondi. Dai posteri è ricordato come “il Papa della carità”. Ha guidato la Chiesa di Roma durante le persecuzioni dell’imperatore Marco Aurelio (161-180). Ha anche combattuto l’eresia del Montanismo. Montano sosteneva di avere visioni profetiche dettate dallo “Spirito Santo”. Ma l’atto più celebre del suo Pontificato è la raccolta di fondi indetta a favore della Chiesa di Corinto, allora retta dal vescovo Dionigi, che si trovava in grave necessità economica. La lettera di Sotero che accompagnava l’offerta è andata perduta, ma si è conservata quella di ringraziamento di San Dionigi.  Sembra che il corpo di Papa Sotero sia stato sepolto accanto alle spoglie di Pietro. Poi sarebbe stato trasportato nelle catacombe di San Callisto.

La lettera di San Dionigi a Papa Sotero

Questo è il testo della lettera di San Dionigi a Papa Sotero. È citata dallo storico Eusebio di Cesarea (265-340) nella sua Historia Ecclesiastica: “Avete ereditato dagli avi l’usanza di prendervi cura in vario modo di tutti i fratelli, e di inviare aiuti a molte Chiese presenti in ogni città; avete alleviato così le sofferenze dei bisognosi e siete venuti incontro ai fratelli condannati ai lavori forzati nelle miniere con quei sussidi che voi, o Romani, inviate da sempre, secondo l’usanza dei vostri padri; E il vostro beato vescovo Sotero l’ha non solamente conservata, ma anche incrementata; egli li ha beneficiati con gli aiuti inviati ai santi ed esortando i fratelli con parole di beatitudine, come fa un padre affettuoso con i figli”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *