Il Presepe, un mondo di tradizioni

© Amedeo Lomonaco, Radio Vaticana ●

Il mistero della Natività, rivissuto attraverso il Presepe, affascina grandi e piccini ed offre in molteplici forme un’istantanea, sempre attuale, sulla nascita di Gesù. Il servizio di Amedeo Lomonaco:

(Adeste fideles)

Tra le tradizioni legate al Natale, il Presepe è un modo semplice ed efficace per trasmettere la fede e rivivere la scena della Natività. Nella semplicità di una stalla di Greccio, nella notte di Natale del 1223, San Francesco allestì per la prima volta il Presepe vivente. Oggi quell’immagine rivive attraverso molteplici espressioni, forgiate nella cartapesta, nella terracotta, nell’avorio o nell’ebano.

100 Presepi

Ogni rappresentazione risente anche di peculiari influenze culturali, come sottolinea al microfono di Silvia Giovanrosa, Maria Carla Menaglia curatrice della mostra “100 Presepi”, visitabile a Roma fino all’Epifania:

“In ogni Presepe si possono ritrovare la cultura, la tradizione, il folklore del Paese di provenienza. Si possono vedere il Presepe tedesco, il Presepe austriaco, in legno, compositi, bellissimi. Quelli dell’America del Sud sono colorati, vivaci. Anche le tradizioni della costruzione del Presepe sono diverse da una regione all’altra”.

L’arte dei presepi

L’arte presepiale si snoda attraverso rappresentazioni ad altezza naturale o all’interno di un guscio di pistacchio. Il più grande Presepe di cartapesta del mondo si può visitare, fino al prossimo 6 gennaio, a Massa Martana, in provincia di Perugia. Ennio Passero, presidente della Pro-Loco della cittadina umbra, intervistato da Federico Piana:

“Il Presepe si ispira all’Adorazione dei Magi del Perugino. E’ una pala del 1475. L’abbiamo riprodotto, tridimensionale, con statue in scala uno a uno. Quello che colpisce di questo Presepe è l’impatto cromatico. Questi personaggi, dello stile del Perugino, sono ricchi di colore. Tutti sono vestiti come se andassero ad una cerimonia”.

Il Presepe e il vero significato del Natale

Cambiano le modalità espressive ma il Presepe, in ogni sua possibile variante, offre sempre la stessa prospettiva: ci aiuta a cogliere il vero significato del Natale e a contemplare il mistero dell’amore di Dio che si è fatto uomo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *