Presentato il primo volume dell’Opera Omnia di Joseph Ratzinger

© Amedeo Lomonaco, Radio Vaticana ●

In Sala Stampa Vaticana si è tenuta, stamani, la presentazione del primo volume dell’Opera Omnia di Joseph Ratzinger, composta da 16 volumi che raccolgono gli scritti dagli anni dell’università fino al 2005. In conferenza stampa si è sottolineato, in particolare, come l’iniziativa editoriale non costituisca una semplice catalogazione di testi ma una “vitale testimonianza della teologia” di Benedetto XVI. Alla presentazione sono intervenuti mons. Gerhard Ludwig Müller, vescovo di Regensburg, e don Giuseppe Costa, direttore della Libreria Editrice Vaticana. Il servizio di Amedeo Lomonaco:

 

La raccolta di scritti anche inediti di Joseph Ratzinger da giovane docente universitario fino all’elezione al soglio di Pietro ha un orizzonte letterario e teologico molto ampio: l’Opera Omnia, che comprende la tesi di laurea del 1953 e diversi libri tra cui “Introduzione al cristianesimo” (1968), si chiude con l’autobiografia intitolata “La mia vita” e una bibliografia completa degli scritti di Joseph Ratzinger. Sono più di 50 anni sintetizzati attraverso una ricca raccolta, comprendente anche omelie, meditazioni e recensioni, che si fonda sulla Parola illuminatrice di Dio rivolta ad ogni uomo. E’ quanto sottolinea mons. Gerhard Ludwig Müller:

“I suoi scritti uniscono le cognizioni scientifiche della teologia alla figura di una fede viva e vissuta. Benedetto XVI ha sempre potuto attingere alla sua mirabile conoscenza della storia, della teologia e dei dogmi che egli trasmette in maniera illuminante, mettendo in risalto la divina visione dell’uomo su cui tutto si fonda. Essa diviene accessibile ai molti attraverso il repertorio lessicale e linguistico adottato da Joseph Ratzinger. Tematiche complesse vengono rese trasparenti nella loro intima linearità”.

Ogni tomo autorizzato da Benedetto XVI

L’elaborazione del progetto editoriale è stata concordata con Benedetto XVI. Ogni singolo tomo – ha aggiunto mons. Müller – è stato autorizzato personalmente dal Santo Padre. I primi 4 volumi dell’Opera Omnia affrontano soprattutto tematiche liturgiche, come spiega don Giuseppe Costa:

“La raccolta di scritti si apre con due lavori di qualificazione scientifica: la tesi di laurea sulla dottrina agostiniana della Chiesa e quella di abilitazione all’insegnamento sulla dottrina della rivelazione di Bonaventura. Il terzo volume prende spunto dalla Conferenza inaugurale del prof. Ratzinger sul tema “Il Dio della fede e il Dio dei filosofi”, tenuta a Bonn nel 1959. Il quarto volume parte dalla “Introduzione al cristianesimo” del 1968 e riunisce altri testi del complesso tematico: professione di fede, battesimo, conversione, sequela di Cristo”.

Pubblicazione in primavera

La pubblicazione del primo volume con traduzione in italiano, a cura della Libreria Editrice Vaticana, è prevista all’inizio della prossima primavera. Saranno possibili anche sottoscrizioni per prenotare l’intera Opera o singoli volumi. La pubblicazione intergrale in tedesco e la traduzione in italiano dell’Opera Omnia dovrebbero terminare tra 6 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *