Il Papa alla Pontificia Commissione per l’America Latina

© Amedeo Lomonaco, Radio Vaticana ●

I seminaristi aspirino al sacerdozio “mossi unicamente dalla volontà di essere autentici discepoli e missionari di Gesù”. E’ l’esortazione di Benedetto XVI rivolta stamani ai partecipanti all’Assemblea Plenaria della Pontificia Commissione per l’America Latina. Nei seminari, formatori e professori – ha aggiunto il Papa – devono distinguersi “per la loro capacità accademica e per la loro fedeltà alla Chiesa”. Il servizio di Amedeo Lomonaco:

Il Papa ha ricordato le tematiche affrontate dall’Assemblea Plenaria della Pontificia Commissione per l’America Latina che ha preso in esame, nei giorni scorsi, le sfide legate all’attuale situazione della formazione sacerdotale nei seminari:

“Las recomandaciones pastorales de esta Asamblea…
Le raccomandazioni pastorali di questa Assemblea dovranno essere un punto di riferimento imprescindibile per illuminare il compito dei vescovi dell’America Latina e dei Caraibi nel delicato campo della formazione sacerdotale”.

Discernimento e la preparazione

Il Pontefice ha poi sottolineato come gli anni del seminario siano un tempo decisivo per il discernimento e la preparazione:

“Hoy más que nunca, es preciso que los seminaristas…
Oggi più che mai è necessario che i seminaristi, con la giusta predisposizione d’animo e senza qualsiasi altro interesse, aspirino al sacerdozio mossi unicamente dalla volontà di essere autentici discepoli e missionari di Gesù Cristo, capaci, in comunione con i loro vescovi, di rendere presente Cristo nel ministero e nella loro testimonianza di vita”.

Radicamento in Cristo

Nei tempi del seminario – ha detto il Papa – si rafforzi nei seminaristi il desiderio di radicarsi profondamente in Cristo:

“Para ello es de suma importancia…
Perciò è di somma importanza curare la loro formazione umana, spirituale intellettuale e pastorale, così come un’adeguata scelta dei loro formatori e professori, che dovranno distinguersi per la loro capacità accademica, per il loro spirito sacerdotale e la loro fedeltà alla Chiesa, in modo che sappiano infondere nei giovani quello che il popolo di Dio necessita e attende dai suoi pastori”.

Visita ad Aparecida

Il Santo Padre ha anche ricordato la sua visita, nel 2007, ad Aparecida:

“Conservo un grato recuerdo…
Conservo un grato ricordo del mio soggiorno ad Aparecida, dove abbiamo vissuto un’esperienza di intensa comunione ecclesiale, con l’unico desiderio di accogliere il Vangelo con umiltà e diffonderlo generosamente”.

Ricordo di mons. Cipriano Calderón Polo

Il pensiero del Papa è andato infine a mons. Cipriano Calderón Polo, vicepresidente per molti anni della Pontificia Commissione per l’America Latina e deceduto recentemente:

“El Señor habrá premiado…
Il Signore lo avrà ricompensato per la sua abnegazione e il suo fedele servizio alla Chiesa”

Rinforzare l’opera della Chiesa in America Latina

.La Pontificia Commissione per l’America Latina è stata istituita nel 1958 da Papa Pio XII con lo scopo di rinforzare l’opera pastorale della Chiesa in America Latina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *