Paolo VI, il primo Papa pellegrino in Terra Santa

Nome Pontefice Da Fino a Luogo di nascita
262 Paolo VI 1963 1978 Concesio (Brescia)

Giovanni Battista Montini nasce a Concesio, in provincia di Brescia, il 26 settembre 1897. Nel 1907, anno della sua prima Comunione, è ricevuto in udienza privata con i familiari da Papa san Pio X. È il suo primo viaggio a Roma. La vocazione sacerdotale risale al periodo 1913-1916 ed è legata in particolare alla frequentazione del convento di San Bernardino, dei benedettini.

Gli studi

Trasferitosi a Roma, nel novembre 1920 entra al Pontificio Seminario lombardo e si iscrive alla facoltà di filosofia tomistica della Pontificia Università Gregoriana e, con uno speciale permesso del vescovo, alla facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università statale. Nel 1922 si laurea in filosofia tomistica presso l’Accademia romana di San Tommaso d’Aquino e in diritto canonico presso la facoltà giuridica del Seminario di Milano. Nel 1924 in diritto civile presso l’Università Lateranense.

Arcivescovo di Milano

Nel 1923 inizia la carriera diplomatica presso la Segreteria di Stato. È inviato a Varsavia come addetto alla Nunziatura Apostolica. Il 13 dicembre 1937 è nominato sostituto della Segreteria di Stato. Il primo novembre 1954 è nominato arcivescovo di Milano. Nella diocesi di sant’Ambrogio, trova una situazione socio-politica in piena evoluzione, caratterizzata dalla ricostruzione civile e industriale post-bellica e dalla massiccia immigrazione dal Sud dell’Italia.

Berretta cardinalizia

Paolo VI viene creato cardinale il 15 dicembre 1958 da Papa Giovanni XXIII. Lo slancio apostolico già lo porta tra le vie del mondo. Nel 1960 si reca negli Stati Uniti d’America e in Brasile e nel 1962 in Africa, in visita pastorale alle missioni in Rhodesia e Ghana, e in Sudafrica. Partecipa attivamente al Concilio Vaticano II: pronuncia due interventi sulla liturgia e sulla chiesa.

L’elezione al soglio di Pietro

Giovanni XXIII muore il 3 giugno del 1963. Nel successivo conclave viene eletto, il 21 giugno del 1963, il cardinale Montini, che assume il nome di Paolo VI. Porta a termine, nel 1965, il Concilio Vaticano II aperto da Papa Giovanni XXIII.

Viaggi apostolici

È il primo Pontefice, dopo secoli, a varcare i confini dell’Italia.  Il più significativo dei suoi viaggi apostolici è il pellegrinaggio in Terrasanta, (4-6 gennaio 1964). Nel 1970 il viaggio più lungo in Iran, Pakistan, Filippine, Samoa, Australia, Indonesia, Hong Kong, Ceylon.

Il sequestro di Aldo Moro

Il 16 marzo 1978 i terroristi delle Brigate Rosse rapiscono il presidente della Democrazia Cristiana Aldo Moro. Nonostante una toccante lettera di Paolo VI ai terroristi, lo statista venne barbaramente assassinato il 9 maggio. Durante la messa di suffragio nella basilica di San Giovanni in Laterano pronuncia un’accorata preghiera.

La morte

Muore nella residenza pontificia di Castel Gandolfo la sera di domenica 6 agosto 1978, festa della Trasfigurazione. Ai funerali il Vangelo ricopre la bara appoggiata in terra. Viene sepolto nelle Grotte Vaticane. È stato beatificato da papa Francesco il 19 ottobre 2014. Nell’omelia, Papa Francesco ricorda questa straordinaria figura e aggiunge: “Nei confronti di questo grande Papa, di questo coraggioso cristiano, di questo instancabile apostolo, davanti a Dio oggi non possiamo che dire una parola tanto semplice quanto sincera ed importante: grazie! Grazie nostro caro e amato Papa Paolo VI! Grazie per la tua umile e profetica testimonianza di amore a Cristo e alla sua Chiesa”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *