Pakistan: studenti integralisti non si arrendono

© Amedeo Lomonaco, Radio Vaticana ●

In Pakistan, la tensione resta altissima: centinaia di militari e agenti continuano a circondare ad Islamabad la moschea Rossa occupata da studenti integralisti che non intendono arrendersi. Nel Paese asiatico ha ricevuto inoltre vasta eco la notizia, poi smentita dall’esercito, di un attentato fallito diretto contro il presidente Pervez Musharraf. Il servizio di Amedeo Lomonaco:

 

Gli studenti che, da martedì scorso occupano la moschea Rossa di Islamabad, hanno deciso di non arrendersi e hanno dichiarato di essere pronti al martirio. Ieri, il governo pakistano aveva respinto l’offerta di un leader religioso, asserragliato nell’edificio, per una resa onorevole in cambio dell’impunità. Le autorità chiedono l’immediato rilascio delle donne e dei bambini che tuttora si trovano nel complesso. Il timore è che possano essere usati come scudi umani. Si teme anche che il bilancio delle vittime possa aggravarsi: gli scontri tra studenti integralisti e forze di sicurezza pakistane, che durano ormai da quattro giorni, hanno provocato, finora, la morte di almeno 16 persone.

Tensione alta anche nel nord ovest del Paese

La situazione è tesa anche nel nord ovest del Paese, dove un attentato kamikaze ha provocato la morte di almeno 4 soldati. L’attentato è avvenuto in una zona già teatro, in passato, di attacchi sferrati da integralisti islamici. In Pakistan, intanto, è giallo su un presunto attacco contro l’aereo delpresidente, Pervez Musharraf. Secondo alcune emittenti locali, il capo di Stato pakistano sarebbe scampato ad un attentato, condotto con missili terra-aria. I razzi avrebbero mancato di poco l’aereo presidenziale durante la fase di decollo da una base militare. Il portavoce dell’esercito ha tuttavia smentito la notizia dell’attacco e dichiarato che non è stato sparato alcun missile. Il presidente pakistano, alleato degli Stati Uniti nella guerra contro il terrorismo, è scampato a due attentati organizzati da Al Qaeda nel 2003.

Foto:

By Cahaya Maulidian (Winluxhuman) (Corresponding author) [CC BY-SA 4.0 (https://creativecommons.org/licenses/by-sa/4.0)], via Wikimedia Commons

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *