A Mosca uccisi padre Otto Messmer e padre Victor Betancourt

© Amedeo Lomonaco, Radio Vaticana ●

Dolore e costernazione nella Chiesa cattolica russa e nella Compagnia di Gesù per la tragica morte di due gesuiti: in un appartamento nel centro di Mosca sono stati trovati, ieri sera, i corpi senza vita di Otto Messmer, cittadino russo nato nel 1961 in una famiglia cattolica di origine tedesca, e di Victor Betancourt, nato nel 1966 in Ecuador. Fonti di polizia hanno riferito che i due sacerdoti sarebbero morti in seguito a colpi alla testa e a ferite da coltello. Secondo padre Igor Kovalevsky, segretario generale della Conferenza dei vescovi cattolici della Russia, si è trattato di un “brutale omicidio”. Il servizio di Amedeo Lomonaco:

 

La Chiesa cattolica in Russia ha subito una grave perdita. Il Padre generale della Compagnia di Gesù, Adolfo Nicolás, ha invitato tutti i gesuiti alla preghiera e alla solidarietà per i confratelli della Regione russa, così provata in questo momento. Ha anche manifestato la vicinanza sua e di tutta la Compagnia ai familiari delle vittime. Padre Adolfo Nicolás ha chiesto inoltre che termini ogni violenza. Grande dolore è stato espresso anche dalla Chiesa cattolica russa: sono stati privati della vita – si legge in un comunicato della segreteria della Conferenza dei vescovi cattolici della Russia – “pastori zelanti molto amati dai fedeli”. “La Chiesa – si sottolinea – prega Dio misericordioso affinché accolga le anime dei sacerdoti uccisi nella dimora dei giusti e doni loro il Regno dei cieli”.

Il Signore conceda la grazia del pentimento

La Chiesa prega anche “per coloro che hanno commesso questo terribile crimine affinché il Signore conceda loro la grazia del pentimento”. La speranza è che gli organi di giustizia russi siano in grado di scoprire gli autori del duplice omicidio. Le indagini della polizia – ha affermato padre Federico Lombardi, direttore della Sala Stampa Vaticana – sono tuttora in corso. L’aggressione a padre Betancourt – ha precisato padre Lombardi – “risale verosimilmente alla fine della scorsa settimana. Infatti domenica non si era recato a celebrare la Messa come di abitudine. Si pensava che fosse ammalato”. “Padre Messmer – ha aggiunto – è rientrato a Mosca lunedì sera”. Oggi alle ore 18, nella Cattedrale dell’Immacolata Concezione della Madre di Dio a Mosca, l’arcivescovo Paolo Pezzi celebrerà una Messa di suffragio per i due sacerdoti uccisi.

Per entrambi impegno in attività pastorali a Mosca

Padre Otto Messmer è entrato nella Compagnia di Gesù il primo settembre del 1982. Ordinato sacerdote il 29 maggio 1988, ha emesso i voti perpetui il 2 ottobre 2001. Dal 2002 è stato superiore della Regione indipendente russa della Compagnia di Gesù. Padre Victor Betancourt, entrato nella Compagnia di Gesù il 14 settembre del 1984, ha studiato in Argentina e in Germania. Si occupava della preparazione dei candidati alla Compagnia di Gesù e dal 2008 era il rappresentante della Compagnia di Gesù presso l’Istituto di filosofia, teologia e storia “San Tommaso” a Mosca. Entrambi i sacerdoti collaboravano attivamente nell’attività pastorale della Chiesa di San Luigi dei Francesi a Mosca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *