Iraq: voto contro il terrorismo

© Amedeo Lomonaco, Radio Vaticana ●

“Il voto di domenica è stato una grande vittoria sul terrorismo, ma adesso è il momento di porre tutte le divisioni alle spalle”. È l’appello agli iracheni del premier ad interim, Allawi. Dello stesso avviso del primo ministro, anche il presidente, Al Yawar. Il servizio di Amedeo Lomonaco:

Ghazi Al Yawar ha sottolineato come tutti i partiti iracheni, tranne quelli che hanno alimentato l’odio e la violenza, siano chiamati a prendere parte ai negoziati per il nuovo governo. Al Yawar, che ha definito insensata l’ipotesi di un ritiro immediato dal Paese delle forze della coalizione, ha anche annunciato di essere pronto a ricandidarsi per la presidenza.

L’esecutivo iracheno ha ordinato, inoltre, la riapertura dell’aeroporto internazionale di Baghdad e delle frontiere con Siria e Giordania. La chiusura dello scalo era stata decisa per garantire la sicurezza delle elezioni di domenica scorsa. Questa mattina è iniziato, intanto, lo spoglio delle schede: la comunicazione dei risultati è prevista non prima di dieci giorni. E sul voto in Iraq si è espressa anche l’organizzazione terroristica Al Qaeda: “E’ solo un gioco americano”, si legge in un documento pubblicato su un sito integralista islamico.

Violenze nel sud dell’Iraq

“La democrazia è contraria alla religione di Maometto; accetteremo solo la legge di Allah e del suo profeta, non quella di Bush o di Allawi”, prosegue il testo. Un gruppo legato ad al Qaeda ha rivendicato, inoltre, il sequestro di 4 guardie nazionali. Sul terreno, si registrano anche altri episodi di violenza: nel sud dell’Iraq, vicino al confine con il Kuwait, quattro persone sono morte ed altre sei sono rimaste ferite per una rivolta scoppiata in un carcere gestito dagli americani. Secondo fonti statunitensi, la violenza è esplosa dopo alcune perquisizioni: i detenuti hanno cominciato a gettare pietre e, quindi, le guardie hanno attaccato i reclusi.

**********

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *