Iraq: violenze durante l’Ashura

© Amedeo Lomonaco, Radio Vaticana ●

In Iraq la festa dell’Ashura, la più importante ricorrenza religiosa per gli sciiti, è stata sconvolta da nuovi episodi di violenza: almeno 40 pellegrini sciiti sono morti in seguito ad attentati ed attacchi. Il servizio di Amedeo Lomonaco:

Terroristi e ribelli hanno scelto l’ultimo giorno dell’Ashura per sferrare nuovi, drammatici attacchi contro fedeli sciiti: un attentatore kamikaze si è fatto saltare in aria tra una folla di pellegrini davanti ad una moschea a nord di Baghdad, uomini armati hanno attaccato nella capitale un autobus pieno di sciiti e una bomba è esplosa nel Kurdistan iracheno al passaggio di una processione di fedeli. Fonti di stampa hanno reso noto, poi, che i 263 miliziani uccisi, nei giorni scorsi, vicino a Najaf da soldati iracheni stavano progettando attentati contro pellegrini e religiosi sciiti in arrivo a Najaf per la festa dell’Ashura.

Con l’Ashura si rievoca il martirio del nipote di Maometto

La ricorrenza religiosa musulmana rievoca il martirio dell’imam Hussein, nipote di Maometto morto in battaglia a Kerbala nel 680 d.C. Le celebrazioni hanno per questo il loro culmine a Kerbala, dove si sono radunati circa due milioni di fedeli. La festa dell’Ashura ha vissuto momenti di grande tensione durante il regime di Saddam Hussein: nel 1977 l’ex presidente iracheno impose, infatti, il coprifuoco su Kerbala, costringendo i fedeli a celebrare la ricorrenza nelle loro case. Dal 2003, quando è cadutoil regime dell’ex rais, le celebrazioni dell’Ashura non sono più soggette a restrizioni ma resta alto il timore di attacchi e attentati.

Bush: gli Usa non invaderanno l’Iran

Per questo, la città di Kerbala è presidiata attualmente da oltre 11.000 soldati e poliziotti. Sulla situazione nel Paese arabo si è nuovamente soffermato, infine, il presidente americano George Bush. Il capo della Casa Bianca ha dichiarato che gli Stati Uniti risponderanno “con fermezza” a qualunque tentativo dell’Iran di fomentare la violenza in Iraq. Gli Stati Uniti – ha comunque assicurato Bush – non hanno intenzione di invadere l’Iran.

Foto:

Tasnim News Agency [CC BY 4.0 (https://creativecommons.org/licenses/by/4.0)], via Wikimedia Commons

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *