Libro di suor Margherita Marchione su Papa Pio XII

© Amedeo Lomonaco, Radio Vaticana ●

 “Il 12 marzo 1939 le campane della Basilica di San Pietro risuonavano mentre Eugenio Pacelli riceveva il triregno papale”. Si apre con questo riferimento storico alla cerimonia di incoronazione di Papa Pio XII l’ultimo libro di suor Margherita Marchione edito dalla Libreria Editrice Vaticana. Il volume, intitolato “Papa Pio XII, un’antologia di testi nel 70.mo anniversario dell’incoronazione”, è una raccolta di articoli in italiano e in inglese.

Intervista con suor Margherita Marchione

Il libro verrà presentato domani pomeriggio a Roma presso  la sala conferenze di Palazzo Marini della Camera dei deputati. Sulla decisione di dedicare un’antologia di testi a Papa Pio XII si sofferma al microfono di Amedeo Lomonaco, proprio l’autrice del libro suor Margherita Marchione:

R. – Mi trovavo in America per Natale e ho detto: ora si avvicina il settantesimo anniversario dell’incoronazione di Pio XII, il 12 marzo, e nessuno ha pensato a questa data. Ho detto: ci penserò io! Mi sono messa a raccogliere alcuni articoli che avevo scritto e ho pensato di fare una raccolta. Mi pareva una buona idea. Per il 12 marzo il libro era pronto.

Papa Pacelli e l’aiuto agli ebrei

D. – Per quanto riguarda il pontificato di Papa Pio XII in questi ultimi anni sono emersi nuovi documenti che attestano l’impegno di Papa Pacelli nell’aiutare gli ebrei durante la seconda guerra mondiale. Quali sono secondo lei i documenti più significativi?

R. – Ce ne sono a centinaia, ci sono le testimonianze. Basta leggere e si capisce subito che Pio XII ha fatto tutto il possibile per aiutare centinaia e centinaia di ebrei. Più di 5 mila ebrei sono stati salvati qui a Roma durante l’occupazione dei nazisti nel 1943-44. Il Papa, poi, ha tolto il regolamento della clausura per dare ai religiosi la possibilità di ospitare gli ebrei.

Didascalia al Museo dell’Olocausto

 D. – Nel Museo dell’Olocausto a Gerusalemme il ritratto di Pio XII è ancora accompagnato da una didascalia nella quale si sostiene che il Papa in realtà non aiutò gli ebrei. Perché in questo caso è stata travisata la verità storica?

R. – La storia è chiara, questa didascalia non è affatto storica. Ascoltate quello che io dico e che altri dicono, gli storici e i superstiti che hanno parlato a favore di Pio XII.

Testimonianze di ebrei

D. – Infatti, alla valutazione di alcuni studiosi israeliani si contrappongono proprio le testimonianze di tanti ebrei che hanno vissuto quei drammatici anni e ricordano oggi il decisivo intervento della Chiesa di Papa Pio XII…

R. – Guardate ai fatti. Guardate alla storia, leggete la storia e imparerete che Pio XII è stato un Santo Papa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *