Crollata l’ala di un edificio a Napoli

© Amedeo Lomonaco, Radio Vaticana ●

Dramma in pieno centro a Napoli. Questa mattina in via Riviera di Chiaia, nei pressi del lungomare, si è sgretolata l’ala di un edificio di tre piani. Al momento, non si registrano vittime o dispersi. La dinamica è ancora da chiarire. Il servizio di Amedeo Lomonaco:

 

Lo stabile, non distante da un cantiere della metropolitana, era stato appena ristrutturato. Ma da qualche mese, gli abitanti del palazzo avevano segnalato crepe nei muri. Sono in corso verifiche per accertare la causa del crollo. La Polizia Municipale parla di possibili infiltrazioni d’acqua. Secondo i residenti, sarebbero stati invece i lavori nel vicino cantiere della metropolitana a provocare il cedimento. Alcuni inquilini avevano più volte denunciato, nelle ultime settimane, forti vibrazioni per l’uso di macchine escavatrici e martelli pneumatici.

Tra le possibili cause del crollo viene indicata anche la costruzione di una piscina, rimasta intatta, sul terrazzo dello stabile. Per l’edificio era stata già disposta l’evacuazione in seguito a problemi riscontrati ad una centralina elettrica. Fonti della Polizia Municpale rendono noto infine che i lavori del cantiere della linea 6 della metropolitana potrebbero essere fermati, temporaneamente, in via precauzionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *