Convegno “Fine d’anno con Maria”

© Amedeo Lomonaco, Radio Vaticana ●

Si è aperto oggi a Roma il convegno Mariano “Fine d’anno con Maria”, sul tema “Maria nel cuore della Parola di Dio donata, accolta, trasmessa”, promosso dal Centro di cultura mariana “Madre della Chiesa”. L’incontro guarda alla riflessione mariana del Sinodo dei Vescovi recentemente celebrato sul tema “La Parola di Dio nella vita e nella missione della Chiesa”. Sugli argomenti al centro del convegno, che si concluderà martedì prossimo, Amedeo Lomonaco ha intervistato padre Ermanno Toniolo, dell’Ordine dei Servi di Maria:

R. – Partiamo dalla Creazione, dalla Parola rivelata nell’Antico Testamento. Parola incarnata da Maria è fatta perciò “carne delle sue carni”, per donare al mondo la vita. Sarà preso in esame quanto in tutto ciò che la Traditio ecclesiae, e perciò la trasmissione della Parola di Dio che è avvenuta nella Chiesa, ha operato, incominciando dai Vangeli. La figura di Maria diventa esemplificazione di come la Parola di Dio si dilati nella comprensione, nella conoscenza, nell’approfondimento man mano che viene accolta, man mano che viene perciò studiata e approfondita e vissuta. Un Convegno che mette la Vergine quale paradigma assoluto ecclesiale del cammino di tutta l’umanità, della Chiesa in particolare e di ciascuno dei suoi fedeli.

Imitare Maria

D. – Seguendo questo paradigma, come possiamo noi cristiani imitare Maria, custode della Parola?

R. – Ci sono tante vie. Una privilegiata, che il Sinodo ha ribadito, è quella di accostarci alla Parola di Dio facendo di essa il pane della nostra quotidiana conoscenza di Dio. C’è davanti il quadro di una Parola di Dio che si inarca su tutta la storia dell’uomo e lo innalza, perciò, ad una speranza che non delude.

Si pieno a Maria

D. – La speranza che non delude è il pronunciamento del “sì” pieno a Maria…

R. – E’ la speranza che chiude così il Sinodo: “Come Maria sotto la croce del Figlio, la fede e l’amore diventano la speranza con cui Ella accetta di diventare la Madre del Discepolo amato e dell’umanità intera”. Una speranza, dunque, che allarga l’abbraccio d’amore su tutti gli uomini della terra, perché tutti diventino l’unica famiglia di Dio.

Temi emersi al Sinodo

D. – Padre Toniolo, ricordiamo i temi del messaggio emersi al Sinodo…

R. – Il Sinodo ha enunciato in quattro parole, per così dire, tutto l’itinerario e l’impegno. Primo, la voce: la parola è Rivelazione. Secondo, il volto: la parola è Gesù Cristo, Parola di Dio incarnata. Terzo, la casa: la Parola rivela e viene accolta in una casa, che è la Chiesa, e dalla Chiesa si effonde. Quarto, le strade della Parola: la missione della Chiesa dell’annuncio, del dono della Parola, di portare la Parola di Dio a tutti i popoli e a tutti i confini della terra, perché la parola di Dio possa avvolgere di sé e donare luce e vita a tutta l’umanità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *