Catturato a Tikrit un ex generale di Saddam

© Amedeo Lomonaco, Radio Vaticana ●

In Iraq un ennesimo attentato ha sconvolto Baghdad ed un secondo attacco ha colpito la vicina città di Mahmudiyah. Su questi ennesimi episodi di violenza nel Paese arabo, dove è stato catturato a Tikrit un ex generale della Guardia di Saddam Hussein, ci riferisce Amedeo Lomonaco.

**********

Almeno 6 persone sono morte questa mattina a Baghdad per la deflagrazione di una bomba al passaggio del convoglio del ministro della Giustizia iracheno, Malek Dohan al Hassan, rimasto incolume. Dopo l’agguato, rivendicato dal gruppo del terrorista giordano al-Zarqawi, mezzi corazzati dell’esercito americano sono stati di nuovo schierati in zone nevralgiche della capitale. Un secondo ordigno è esploso nei pressi del quartier generale della Guardia nazionale irachena a Mahmudiyah, 30 chilometri a sud di Baghdad. L’attentato, che ha provocato la morte di due militari, è avvenuto mentre decine di aspiranti reclute erano in fila in attesa di presentare la domanda di arruolamento.

Nuove minacce da Al Qaida

La rete terroristica di Osama Bin Laden continua, intanto, a diffondere il seme dell’odio. Nuove minacce contro l’Italia dopo l’ultimatum comparso giovedì scorso su un sito islamico, sono state lanciate, infatti, in un comunicato nel quale si afferma che, per evitare l’incombente minaccia, gli italiani devono sbarazzarsi del presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi. Il messaggio è attribuito al gruppo legato ad Al Qaeda che ha rivendicato il sequestro dell’ostaggio filippino. Da rimarcare, infine, che 11 membri del contingente inviato da Manila in Iraq sono giunti in Kuwait e si stanno preparando al rimpatrio nelle Filippine.

**********

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *