Benedetto XVI all’Angelus: Gesù sia accolto con amore

© Amedeo Lomonaco, Radio Vaticana ●

Il prossimo Natale verrà a ricordarci che la vicinanza di Dio è “una questione d’amore”. E’ quanto ha affermato Benedetto XVI all’Angelus auspicando che “Gesù sia accolto con amore in tutte le case di Roma e del mondo”. Il Santo Padre, dopo aver benedetto i bambinelli dei presepi degli oratori e delle parrocchie romane, portati in piazza San Pietro dai ragazzi delle scuole, ha anche lanciato un appello affinché si aiutino “le parrocchie di Roma a costruire la loro chiesa”. Il servizio di Amedeo Lomonaco:

“Siate lieti”, perché “il Signore è vicino”. E’ l’espressione di San Paolo – ha ricordato il Papa – che accompagna l’antifona di ingresso della Santa Messa in questa terza domenica del tempo di Avvento. L’apostolo Paolo – ha osservato il Santo Padre – pensa evidentemente al ritorno di Cristo, ma avverte anche che nessuno può conoscere il momento della venuta del Signore. Il Pontefice ha quindi spiegato il significato di questa “vicinanza”:

“Così, già allora, la Chiesa, illuminata dallo Spirito Santo, comprendeva sempre meglio che la ‘vicinanza’ di Dio non è una questione di spazio e di tempo, bensì una questione di amore: l’amore avvicina! Il prossimo Natale verrà a ricordarci questa verità fondamentale della nostra fede e, dinanzi al Presepe, potremo assaporare la letizia cristiana, contemplando nel neonato Gesù il volto del Dio che per amore si è fatto a noi vicino”.

Uniti nella preghiera

Si è poi rinnovata la bella tradizione della benedizione dei ‘Bambinelli’, le statuette di Gesù Bambino da deporre nel presepe. Il Papa ha invitato tutti, in particolare ragazzi e ragazze arrivati in piazza San Pietro con i loro ‘Bambinelli’, ad unirsi a questa preghiera:

“Dio, nostro Padre…
Ti preghiamo, perché con la tua benedizione
queste immagini di Gesù, che sta per venire tra noi,
siano, nelle nostre case,
segno della tua presenza e del tuo amore”.

Aprire il cuore al Signore

Nella preghiera, il Papa ha poi esortato ad aprire il cuore al Signore per accoglierlo con amore:

“Apri il nostro cuore,
affinché sappiamo ricevere Gesù nella gioia,
fare sempre ciò che egli chiede
e vederlo in tutti quelliche hanno bisogno del nostro amore”…

Giornata per la costruzione delle nuove chiese

Dopo l’Angelus, Benedetto XVI ha ricordato che oggi nella diocesi di Roma si celebra la giornata per la costruzione delle nuove chiese. Negli ultimi anni – ha detto il Papa – “sono stati realizzati alcuni nuovi complessi parrocchiali, ma vi sono ancora comunità che dispongono soltanto di strutture provvisorie e inadeguate”. Ringraziando di cuore quanti hanno sostenuto questo impegno così importante della Diocesi di Roma, ha infine rinnovato a tutti l’invito:

“…aiutiamo le parrocchie di Roma a costruire la loro chiesa”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *