Appello di Benedetto XVI per il Kenya

© Amedeo Lomonaco, Radio Vaticana ●

Appello di Benedetto XVI per il Kenya. Il Papa, in una lettera a firma del cardinale segretario di Stato, Tarcisio Bertone, e rivolta al presidente delle Conferenze episcopale del Kenya, cardinale John Njue, esprime vicinanza e solidarietà ai presuli e a tutti i cittadini del Paese africano, sconvolto in questi giorni da violenze e scontri dopo la conferma del presidente Kibaki. Il servizio di Amedeo Lomonaco:

 

Il Papa – si legge nella lettera – porta nel suo cuore tutte le vittime di questi disordini: “Le numerose persone che hanno perso la vita, spesso in maniera atroce, e i familiari che li piangono, i feriti, coloro che hanno perduto i loro beni o hanno dovuto abbandonare le loro case, quanti sono minacciati e vivono nella paura”.

Aleggia lo spettro del conflitto etnico

E’ “viva speranza” di Benedetto XVI – si legge ancora nel testo – che in questa “amata nazione, la quale ha conosciuto tempi di tranquilllità sociale e di sviluppo, rappresentando di conseguenza un elemento di stabilità nell’intera travagliata regione, venga allontanato al più presto lo spettro del conflitto etnico, che tanti misfatti ha consumato e continua, purtroppo, a consumare in alcune parti del Continente africano”.

Cessino le violenze

 Per questo, unendosi al messaggio lanciato nei giorni scorsi dai vescovi del Kenya con un appello al dialogo e alla riconciliazione, il Santo Padre auspica che “cessino subito le violenze e le lotte fratricide”.

Benedetto XVi si rivolge infine agli uomini politici, che hanno la responsabilità del bene comune, chiedendo loro di imboccare risolutamente la via della pace e della giustizia, perchè il Paese ha bisogno di una pace fondata sulla giustizia e sulla fratellanza, e quindi di trovare la soluzione alle presenti difficoltà attraverso il dialogo e il confronto democratico”.

Foto:

By DEMOSH (Flickr) [CC BY 2.0 (https://creativecommons.org/licenses/by/2.0)], via Wikimedia Commons

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *