Il 14 e 15 febbraio Concistoro

 
© Amedeo Lomonaco, Radio Vaticana ●

Si conclude oggi la settima riunione del Consiglio dei nove Cardinali consiglieri, iniziata martedì scorso. Il direttore della Sala Stampa della Santa Sede, padre Federico Lombardi, ha fatto il punto in un briefing. Padre Lombardi ha anche annunciato che il 14 e il 15 febbraio si terrà un Concistoro per la creazione di nuovi cardinali. Il servizio di Amedeo Lomonaco:

 

 

La sessione di incontri dei nove cardinali, alla quale partecipa Papa Francesco, si conclude questa sera. Al centro dei lavori, le osservazioni fatte in occasione della riunione dei capi dicastero dello scorso 24 novembre. Tra queste, i criteri generali che ispirano il lavoro della riforma della Curia e proposte particolari, tra cui la riorganizzazione e l’accorpamento di alcuni Pontifici Consigli. Un altro dei temi toccati riguarda la Commissione per la tutela dei minori. I membri della Commissione – ha detto padre Lombardi – saranno probabilmente 18 per garantire una rappresentanza culturalmente e geograficamente ampia.

Prossima plenaria dal 9 all’11 febbraio

Il direttore della Sala Stampa ha poi annunciato che la prossima plenaria del Consiglio dei nove cardinali si terrà dal 9 all’11 febbraio. In quell’occasione verrà fatta una rilettura complessiva dello stato attuale di formulazione degli orientamenti e delle proposte per la riforma della Curia in modo tale da poterle presentare al Concistoro del Collegio dei cardinali, in programma il 12 e il 13 febbraio prossimi. Quindi padre Lombardi ha annunciato un altro importante appuntamento:

“Ho chiesto esplicitamente al Santo Padre stamattina e mi ha detto di poter dire che nei giorni successivi ancora – 14 e 15 – possiamo prevedere anche un nuovo Concistoro per la creazione di nuovi cardinali”.

I nuovi cardinali

Rispondendo ad una domanda di un giornalista sui nuovi cardinali, padre Lombardi ha infine aggiunto:

“Per quanto riguarda i nuovi cardinali, come sappiamo, dipende dal Papa dire quando lo riterrà opportuno, quando avrà deciso. L’uso tradizionale è che sia circa un mese prima. Quali saranno i nomi ce lo dirà il Papa, quando lo riterrà opportuno”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *